Nudi di donna e una scorzetta di limone

di Franco Di Leo

Scheda dello spettacolo

I monologhi sulla condizione femminile certo non mancano e l’attrice ticinese Susanna Baseotto della Compagnia Teatrale Come Sorelle di Breganzona (http://comesorelle.ch), non avrebbe avuto difficoltà a trovarne uno già disponibile che potesse rispondere ai suoi interessi e ai suoi gusti. Ha preferito invece partire da zero commissionando a Franco Di Leo la scrittura di un testo realizzato per così dire su misura per lei per tre figure emblematiche di donne intelligenti, volitive, decise nell’andare controcorrente per affermare i principi in cui credevano.   

 

E’ nato così Nudi di donna e una scorzetta di limone, una divagazione molto ironica, ma anche molto seria, sulla condizione femminile attraverso le figure della filosofa Ipazia, della pittrice Artemisia Gentileschi e della patriota milanese Cristina di Belgioioso. Tre donne messe a nudo, non solo in maniera simbolica, ma anche nella realtà, a cui si aggiungono una ventina di comprimari tra vescovi, fedeli, governatori, filosofi, sciupafemmine, artigiani, giudici, funzionari di polizia, madri premurose e amiche devote. Tutte e tutti affidati alla versatilità interpretativa di Susanna. E può mancare infine la ricetta per preparare l’intramontabile crostata con la marmellata di albicocche? No, c’è anche questa.

 

 

Interprete: Susanna Baseotto

 

Regia: Franco Di Leo

 

 

Durata: novanta minuti (atto unico)