Sorelle, ma solo due

La commedia, scritta da Franca Valeri nel 1996, è andata in scena al Teatro Valle di Roma nel dicembre dello stesso anno ed è stata rappresentata solo in rare occasioni negli anni successivi.  

Franca Valeri (Milano, 1920) ha fatto il suo esordio nel mondo dello spettacolo nel dopoguerra, con la compagnia del Teatro dei Gobbi. Da allora ha svolto un’incessante attività teatrale, cinematografica e televisiva, dapprima come attrice, poi anche come autrice e regista (in particolare di opere liriche).  

Sorelle, ma solo due presenta un’alternanza di sentimenti contraddittori, astio amore gelosia ripicche, chiacchiere e bisticci d’ogni giorno tra due donne non più giovani anche se di età diverse (Jeanette e Pupa), alle prese con una improbabile vendita della casa in cui abitano, tramite un agente immobiliare (Federico) di cui la sorella più giovane è forse innamorata. 

La commedia è un bozzetto di vita femminile, soffuso di malinconia e segnato dalla presenza di una solitudine inquietante, alimentato da discorsi strampalati, vecchi ricordi, piccole ripicche, risate agrodolci mescolate a battute graffianti. 

Il lavoro si svolge nel piccolo e malinconico giardino della casa delle due sorelle, simbolicamente rappresentato da un albero ed una statua stilizzati, di un colore indefinito, come di colore indefinito sono i vecchi mobili da giardino che completano la scena. 

La recitazione privilegia dapprima i toni ironici e quasi surreali del racconto per poi diventare più drammatica e intimista nei momenti conclusivi del lavoro. Il confronto aggressivo tra le due sorelle è contrastato dall’indifferenza e dalla freddezza con cui il protagonista maschile entra in contatto con le due donne.

 

Interpreti: Rosanna Manvati (Jeanette), Lorella Rebeschi (Pupa), Giuseppe Di Rocco (Federico)


Musiche dal vivo: Angelino Dissegna


Regia: Franco Di Leo

 

Commedia in due tempi, durata indicativa 1 ora e 45 minuti

 

 

Articolo "Due sorelle a Maccagno"
Eco del Varesotto - 1 ottobre 2010
Articolo Sorelle, ma solo due - Eco del
Documento Adobe Acrobat 782.1 KB