"Motore! Azione! Luci! Sipario!"

Rassegna cinematografica - Locarno, settembre / dicembre 2012

Prima serie

Da Cantando sotto la pioggia a Effetto notte, da Gli ultimi fuochi a Hollywood Ending, passando per un capolavoro come 8 e ½, il cinema si è sempre interessato a se stesso, generando negli anni film che hanno rappresentato un mondo particolare, spesso precluso ai comuni mortali che lo immaginano come un regno a parte dominato dalla fantasia, dai capricci dei divi e dall’immancabile presenza degli effetti speciali.

 

Se è stato generoso a rappresentare i propri vizi e le proprie virtù, il cinema è però stato più avaro nel descrivere il teatro, da cui in buona parte deriva. I film dedicati al teatro, da non confondere con le trasposizioni cinematografiche di opere teatrali, esistono naturalmente, ma sono relativamente pochi se messi a confronto con le produzioni che hanno come sfondo i grandi Studi di Hollywood o, magari, i più caserecci impianti di Cinecittà.

 

La rassegna “Motore! Azione! Luci! Sipario!”, proposta dal Teatro della Voce in collaborazione con il Teatro Paravento di Locarno (www.teatro-paravento.ch) tra il 26 settembre e il 5 dicembre 2012, vuole essere un omaggio a quei film che mostrano quello che avviene in teatro “dietro le quinte”, quando le luci si spengono o stanno per accendersi, quando l’azione una volta iniziata non può più essere fermata, quando il pubblico non è un’entità astratta e lontana, misurata in milioni di spettatori, ma un insieme vivo e palpitante, a pochi metri di distanza, misurato in centinaia di persone, quando una locandina appesa fuori dal teatro genera emozione se una striscia incollata sopra di traverso segnala TUTTO ESAURITO.

 

La rassegna offre al pubblico abituato all’atmosfera neutra delle sale cinematografiche la possibilità di conoscere e provare le emozioni del teatro che si rinnova ogni sera, che non fa affidamento su effetti speciali ma su persone speciali, che crea uno stretto legame tra coloro che si trovano a vivere i momenti frenetici ed esaltanti che precedono una rappresentazione. Una serie di film per viaggiare in un mondo spesso distante, ma sorprendentemente così vicino alle nostre vite.

 

I titoli proposti sono i seguenti:

Topsy-Turvy

(Gran Bretagna 1999)

Regia di Mike Leigh, con Jim Broadbent e Allan Corduner

26 settembre 2012

 

Nella Londra vittoriana del 1880, il drammaturgo William Gilbert e il compositore Arthur Sullivan sono in crisi per mancanza di idee. Sullivan, scoraggiato dall'insuccesso, vorrebbe abbandonare il mondo dell'operetta per dedicarsi alla musica classica. A Londra, nel frattempo è scoppiata la passione per l'arte ed i costumi orientali, e a Gilbert viene l'ispirazione per una nuova opera, cui darà il titolo di "Mikado". Un viaggio allegro e raffinato, ispirato alle autentiche vicende della coppia artistica Gilbert & Sullivan, nel mondo dell’operetta di fine Ottocento.


Being Julia

La diva Julia

(Canada/USA/Ungheria/Gran Bretagna 2004)

Regia di István Szabó, con Annette Bening e Jeremy Irons

10 ottobre 2012

Londra, 1938. La seducente Julia Lambert è all'apice del successo. Ma la sua fortunata carriera di attrice di teatro e il matrimonio con l'impresario Michael Gosselyn non la soddisfano più. Quando entra nella sua vita Tom Fennel, un uomo più giovane che si vanta di essere suo grande ammiratore, Julia si lancia in un'appassionata relazione. Film raffinato e di gran classe, tratto da un romanzo di William Somerset Maugham.

Le dernier métro

L’ultimo metrò

(Francia 1980)

Regia di François Truffaut, con Catherine Deneuve e Gérard Depardieu

24 ottobre 2012

Durante l’occupazione nazista di Parigi, Marion Steiner - che gestisce il teatro Montmartre - cerca di non interrompere le repliche degli spettacoli e di continuare l’opera di Lucas, il marito ebreo, costretto a rimanere nascosto. Arriva un nuovo attore, Bernard Granger, che contribuisce a rilanciare con successo l’immagine del teatro ma finisce per innamorarsi di Marion. Una commedia realizzata con quella leggerezza di stile che solo i grandi registi hanno.  

All about Eve

Eva contro Eva

(USA 1950)

Regia di Joseph L. Mankiewicz, con Bette Davis e Anne Baxter

7 novembre 2012

 

Eva Harrington desidera farsi un nome nel mondo del teatro. Si conquista la fiducia di una grande attrice, Margo Channing, che però si ingelosisce quando le arriva voce del talento della sua protetta. Un giorno, Eva sostituisce Margo in una serata e ottiene uno straordinario successo. Una descrizione impietosa del mondo del teatro attraverso una messa in scena raffinata e un'interpretazione d'alta classe.


Opening Night

La sera della prima

(USA 1977)

Regia di John Cassavetes, con Gena Rowlands e Ben Gazzarra

21 novembre 2012

 

Myrtle è un'attrice sul viale del tramonto e sta provando una commedia da portare a New York. La protagonista è una donna cinquantenne su cui pesano gli anni e il rimpianto di una giovinezza perduta. Myrtle si sente più giovane del suo personaggio, teme di non poterne condividere le angosce e di non essere in grado di interpretarlo al meglio, come vorrebbe. Uno dei film più intensi di Cassavetes, in cui troneggia una grande Gena Rowlands.


Turné

(Italia 1990)

Regia di Gabriele Salvatores, con Diego Abatantuono, Laura Morante e Fabrizio Bentivoglio

5 dicembre 2012

 

Due uomini, amici dai tempi della scuola, fanno gli attori: Dario è estroverso e gioviale e ha un discreto successo, Federico sta invece attraversando un momento di crisi dovuto soprattutto a problemi con Vittoria, la sua fidanzata. Dario trascina Federico con sé in una tournée nella quale dovrà confessargli che Vittoria si è messa con lui. Tipico road movie generazionale alla Salvatores, splendido dal punto di vista narrativo, della direzione degli attori e della qualità dei dialoghi.


I film vengono proposti con cadenza quindicinale con inizio alle ore 20.30, in versione originale con sottotitoli, secondo il seguente calendario:

Topsy Turvy
26 settembre 2012
Being Julia
10 ottobre 2012
Le dernier métro
24 ottobre 2012
All About Eve 7 novembre 2012
Opening Night 21 novembre 2012
Turné 5 dicembre 2012

Ogni film è presentato e illustrato da Franco Di Leo, del Teatro della Voce, e commentato alternativamente da Mauro Rossi e da Mariano Morace, giornalisti di Extra, il magazine settimanale del Corriere del Ticino.

Il costo di ciascuna serata è fissato in Fr. 12.- (ridotto Fr. 10.-). Sono possibili abbonamenti all’intera rassegna al costo di Fr. 60.- (ridotto Fr. 50.-) o per tre film, al costo di Fr. 30.- (ridotto Fr. 25.-).